Cerca un Avvocato

Cerca un avvocato per città e materia di interesse

I nonni devono contribuire al mantenimento dei nipoti?

I nonni devono contribuire al mantenimento dei nipoti

I nonni devono contribuire al mantenimento dei nipoti? Per legge, quando si ritiene necessario il loro contributo?

La risposta a queste domande viene fornita dall’articolo vigente 316 bis del codice civile e dalle recenti pronunce della Corte di Cassazione. L’art 316 bis c.c. stabilisce che sono i genitori, in proporzione alle loro sostanze e alla loro capacità di lavoro professionale e casalingo, a dover adempiere all’obbligo di mantenimento dei figli. Ma se i genitori non hanno mezzi sufficienti? È il continuo della norma ad indicare gli ascendenti, i nonni, in ordine di prossimità, a dover fornire ai genitori i mezzi necessari per adempiere ai loro obblighi.

L’obbligo dei nonni di contribuire al mantenimento dei nipoti

In merito si è pronunciata la Corte di Cassazione civile sez. VI con la sentenza n. 14951 del 14 luglio 2020. Nel caso di specie, il nonno paterno faceva ricorso per denunciare la falsa applicazione della norma sopracitata, in quanto non voleva contribuire al mantenimento del nipote. Egli si rifiutava di dare il suo contributo poiché riteneva che la madre, convivente con i suoi genitori, non avesse mai dimostrato lo stato di bisogno o l’incapacità di provvedere ai bisogni primari del figlio.

La decisione della Suprema Corte

La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso con le seguenti motivazioni. Secondo l’orientamento e la giurisprudenza della Suprema Corte, l’obbligo di mantenimento dei figli minori spetta primariamente ai genitori. Qualora uno di questi non voglia adempiere i propri doveri, l’altro deve far fronte all’esigenze dei figli, sfruttando tutta la propria capacità di lavoro. Il genitore in questione ha altrettanta capacità di convenire in giudizio l’inadempiente, al fine di ottenere un contributo proporzionale alle condizioni economiche di quest’ultimo. Il contributo dei nonni è solo sussidiario e subordinato a quello primario dei genitori. E’ necessario qualora entrambi i genitori, o uno solo di essi (senza il supporto economico dell’altro),  non riesca a provvedere economicamente ai bisogni primari dei figli.

I nonni devono contribuire al mantenimento dei nipoti?

 

Solo i nonni materni o solo quelli paterni devono contribuire al mantenimento dei nipoti?

A risponderci è la recentissima ordinanza n. 30368 della Corte di Cassazione Sez. I, del 17 ottobre 2022. Secondo gli Ermellini, anche i nonni che non stati chiamati in giudizio, ricorrendo i presupposti di legge, devono concorrere al mantenimento dei nipoti. Dunque l’obbligo è esteso sia ai nonni materni, sia a quelli paterni di pari grado.

È chiaro come ogni caso debba essere esaminato analiticamente per poter domandare ai nonni un contributo economico per i nipoti. Per sapere se ricorrono i presupposti di legge e se è possibile richiedere tale aiuto economico, è consigliabile contattare quanto prima un avvocato matrimonialista.  clicca SUBITO in alto sul nostro motore di ricerca e contatta un AVVOCATO MATRIMONIALISTA nella TUA città!