Cerca un Avvocato

Cerca un avvocato per città e materia di interesse

Divorzio breve

divorzio-breve

DIVORZIO BREVE

ECCO QUALI SONO LE NOVITA’(da 3 anni a sei mesi)

 

 

Dopo dieci anni di discussioni, il “divorzio breve” è legge: lo scorso 22 aprile, infatti, la Camera ha approvato in via definitiva la riforma della norme su divorzio italiano , a 41 anni dal referendum del 1974.

 

Con la nuova legge sul divorzio breve non bisogna più attendere tre anni per porre fine al proprio matrimonio. Bastano sei mesi di separazione ininterrotta, se consensuale, per poter proporre la domanda di divorzio. Il nuovo termine di sei mesi si applica anche alle separazioni che inizialmente giudiziali, si sono trasformate in consensuali.

 

Basta invece un anno di separazione ininterrotta, se giudiziale, per poter proporre la domanda di divorzio.

 

Il divorzio breve si applica anche in presenza di figli. I termini di sei mesi o un anno decorrono dall’udienza di separazione che si è tenuta davanti al Presidente del Tribunale e che ha autorizzato i coniugi a vivere separati. Importanti le novità portate dal divorzio breve anche per quello che riguarda il regime patrimoniale dei coniugi, che viene semplificato.

 

Così lo scioglimento del regime della comunione legale dei beni si ha con l’adozione del provvedimento da parte del Presidente del Tribunale senza dover più aspettare la sentenza di separazione e il passaggio in giudicato. della comunione legale.

 

La nuova disciplina del divorzio breve, con conseguente riduzione dei tempi di proposizione sulla domanda di divorzio, si applica anche ai procedimenti di separazione oggi in corso perché già avviati avanti al Tribunale.

 

In ogni caso farsi assistere da un avvocato matrimonialista o divorzista, al fine di espletare nel più breve tempo possibile tutte le pratiche necessarie e gestire nei modi migliori una situazione delicata come il divorzio, anche se breve.