Cerca un Avvocato

Cerca un avvocato per città e materia di interesse

Filmare marito e amante con il telefono, si può fare?

Filmare marito e amante con il telefono

Cercando su internet si trovano svariate informazioni, anche relative alla possibilità di filmare marito e amante con il telefono. La problematica si inserisce nelle dinamiche separative in cui uno dei due coniugi voglia far valere l’addebito. Già abbiamo spiegato in altro articolo cosa sia l’addebito e come questo funzioni in caso di adulterio del coniuge.

Il giudice della separazione deve accertarsi che la frattura coniugale sia oggettivamente ricollegabile alla violazione dei doveri coniugali perpetrata da uno dei coniugi. Deve accertarsi, il Giudice, “che sussista, pertanto, un nesso di causalità tra i comportamenti addebitati ed il determinarsi dell’intollerabilità della convivenza, condizione per la pronuncia di separazione”. (Corte di Cassazione, Sezione I Civile, 14 novembre 2001, n. 14162).

Vediamo ora di scoprire se sia possibile

Filmare coniuge e amante con il telefonino.

Il telefono assume sempre maggiore importanza nelle separazioni. Numerosi tradimenti avvengono proprio a causa del telefono personale di uno dei coniugi. Spesso perché il marito o la moglie scoprono messaggi dell’amante dell’altro. In quel caso, essendo i messaggi custoditi in un hardware di proprietà del coniuge, difficilmente si potrà provare in giudizio il tradimento. A volte, tuttavia, il telefono si dimostra utile strumento per provare l’adulterio coniugale.

Si pensi a un Giudice che si vede depositato il filmato di un coniuge che fa entrare in casa propria l’amante. Con cui poi consumerà atti intimi. E’ possibile depositare in causa il video del coniuge con l’amante?

Filmare marito e amante con il telefono - si commette reato

Filmare marito e amante con il telefono – si commette reato?

La questione è tutt’altro che scontata. Bisogna considerare innanzitutto che un conto è il giudizio di separazione, un conto è un eventuale giudizio penale. In un precedente molto importante la Suprema Corte ha sancito che non commette reato il coniuge che fornisca al Giudice un CD del coniuge in atteggiamenti intimi con l’amante. Si tratta della sentenza 35553/2017.

Prima di giungere a tale pronuncia, tuttavia, il coniuge che aveva depositato in causa il video del partner con l’amante è stato condannato dal Tribunale di Lecco. Anche la Corte di Appello di Milano, pur avendo ridotto la pena, aveva condannato il coniuge a 4 mesi di reclusione e 200 euro di multa.

Filmare marito e amante con il telefono secondo la Cassazione

Nella fattispecie, la moglie non aveva filmato direttamente marito e amante con il telefonino. Il CD con i video “hard” della coppia clandestina era stato trafugato dai cassetti della casa coniugale. Per l’avvocato dell’uomo vi era un abuso di “relazioni domestiche e coabitazione”, finalizzato a procurare un ingiusto profitto morale. Oltre a questo era configurabile, per l’accusa, anche una violazione della privacy. Secondo la Suprema Corte, l’uso dei dati personali durante l’attività processuale può essere lecito. Unico requisito è che detto utilizzo sia riservato alla difesa personale.

Attenzione però, non sempre filmare marito e amante con il telefono può essere ritenuto lecito.

Come scoprire se è possibile filmare marito e amante con il telefono?

Filmare il coniuge è uno dei sistemi più efficaci per offrire prove al Giudice. Non è però l’unico. Il rischio, come si è visto, è quello di illiceità della prova, ma non solo. Vi è anche il rischio di commettere un reato. Per sapere precisamente cosa bisogna fare in questi casi, si può acquistare il volume “Istruttoria e Mezzi di Prova nei procedimenti di separazione”. Scritto dall’Avv. Stefano Molfino, avvocato matrimonialista del Foro di Milano ed edito da GIUFFRÈ FRANCIS LEFEBVRE. Per acquistare il libro direttamente dal sito dell’editore, CLICCA QUI.

*** *** ***

Per trovare un avvocato matrimonialista nella tua città, clicca in alto sul nostro motore di ricerca!