Cerca un Avvocato

Cerca un avvocato per città e materia di interesse

Innamorato di una prostituta che fare?

Innamorato di una prostituta che fare

Un avvocato matrimonialista può trovarsi anche a dover difendere un cliente che al primo appuntamento chiede: sono innamorato di una prostituta, che fare? La questione, è molto frequente, per cui il lettore sappia che questo è un problema che affligge molte persone. Innamorarsi di una escort ha sicuramente dei vantaggi nell’immediato, ma molti svantaggi in seguito. Già in passato abbiamo capito cosa si può fare quando il marito scopre che la moglie fa la escort.

Quando il cliente di una prostituta, invece, si innamora di lei, può incorrere anche in alcuni reati. Vediamo quali.

Facciamo degli esempi concreti.

Risulta alle cronache che un giovane si è fidanzato con una prostituta ed è andato a convivere con la lei. Quest’uomo, secondo la procura della Repubblica di Trento in realtà era il protettore della ragazza. Ella, infatti, dopo essere andata a convivere, portava i clienti a casa. Tale circostanza ha portato, nell’immediato, molti guai al giovane, che si è dovuto difendere in un processo penale.

Peggio è andata ad un altro uomo, innamorato di una prostituta. La donna è arrivata ad estorcergli migliaia di euro. Ella aveva inventato che si era trasferita in Italia per fare la badante. La realtà, ovviamente, era un’altra. La frase più comune era “Ho già mandato in Romania tutti i miei risparmi, non so cos’altro fare”. Queste parole, per chi legge, possono suonare come una musica già sentita per coloro ai quali una prostituta estorce denaro sotto minaccia.

In questi casi è consigliabile parlare della vicenda con terze persone, meglio se con un professionista.

Altre volte il rischio concreto è il seguente: la prostituta minaccia di dire tutto alla moglie. Così è accaduto ad un uomo che aveva una storia parallela con una prostituta. La moglie non ne sapeva nulla. L’uomo ha proposto alla amante di lasciare la strada della prostituzione e di ricominciare insieme una nuova vita. Ma la donna ha detto no.

Se la prostituta minaccia di dire tutto alla moglie

Non appena l’uomo, che le aveva prestato molti soldi, ne ha chiesto la restituzione, la donna ha reagito ricattandolo: “Ti sputtano con la tua famiglia, ti rovino la vita, dirò che mi hai perseguitata e che sei tu a farmi prostituire”. Il risultato è che l’uomo ha dovuto dare altri soldi alla donna, sotto la minaccia che la prostituta dicesse tutto alla moglie.

In questi casi è bene sapere subito che non si è soli. A più uomini di quanto si pensi è capitato di essersi infatuati di prostitute e di essere finiti in vortici da cui sembra di non poter uscire. Il cliché è quasi sempre lo stesso: il cliente si innamora di una escort o di una prostituta e quest’ultima gli fa credere di ricambiare i sentimenti.

Innamorato di una prostituta che fare se la escort minaccia

Innamorato di una prostituta che fare se la escort minaccia

A quel punto, l’uomo, sentendosi ricambiato da una donna spesso più giovane e avvenente, finisce per assecondare tutte le richieste della donna, anche fino a finire tutti i suoi risparmi. Se invece la relazione finisce, la paura che la prostituta dica tutto alla moglie è una giusta preoccupazione. Spesso, fra l’altro, si tratta di persone che sono manovrate dalla criminalità organizzata. La criminalità, certamente, non ha nulla da perdere, a differenza di una persona con una famiglia e dei figli.

Ebbene, l’importante è sapere che da questo vortice è possibile uscire.

In questi casi è possibile parlare con un professionista, come un avvocato matrimonialista. L’Avvocato matrimonialista, fra l’altro, è vincolato al segreto professionale. Questo significa che tutto quello che verrà detto all’avvocato matrimonialista, non potrà essere divulgato a terzi.

L’Art. 28 del Codice Deontologico Forense, infatti, stabilisce che “È dovere, oltre che diritto, primario e fondamentale dell’avvocato mantenere il segreto e il massimo riserbo sull’attività prestata e su tutte le informazioni che gli siano fornite dal cliente e dalla parte assistita, nonché su quelle delle quali sia venuto a conoscenza in dipendenza del mandato. L’obbligo del segreto va osservato anche quando il mandato sia stato adempiuto, comunque concluso, rinunciato o non accettato. L’avvocato deve adoperarsi affinché il rispetto del segreto professionale e del massimo riserbo sia osservato anche da dipendenti, praticanti, consulenti e collaboratori, anche occasionali, in relazione a fatti e circostanze apprese nella loro qualità o per effetto dell’attività svolta.

Un avvocato matrimonialista potrà consigliare come muoversi quando ci si trovi dinanzi al dilemma derivante dall’essersi innamorato di una prostituta. Grazie ai consigli di un professionista preparato in materia di diritto di famiglia, fra l’altro, sarà possibile evitare di essere strumentalizzati da queste donne che spesso sono manovrate da terze persone. Clicca in alto sul nostro motore di ricerca per trovare un avvocato matrimonialista nella tua città!