Cerca un Avvocato

Cerca un avvocato per città e materia di interesse

Se la moglie tradisce il marito di chi è la colpa della separazione?

Moglie tradisce il marito

Se la moglie tradisce il marito la colpa della separazione è sua solo in alcuni casi. La Corte di Cassazione con l’ordinanza pubblicata il 30 ottobre 2019, n. 27777, è tornata sul tema dell’addebito. Abbiamo dedicato un articolo apposito per capire esattamente cos’è l’addebito e cosa comporta, clicca qui per leggerlo.

Il tradimento della moglie ai danni del marito

Gli Ermellini hanno giudicato una separazione in cui la moglie aveva chiesto l’addebito al marito. Sia il Tribunale di Milano, sia la Corte di Appello di Milano avevano rigettato le richieste della donna. Ella, in particolare, lamentava il fatto che non fossero stati ammessi testimoni a sostegno dell’allegata riconducibilità della crisi coniugale al comportamento opprimente, assente e moralmente discutibile del marito.

La moglie aveva sottolineato che in sede di CTU (Consulenza Tecnica d’Ufficio) era emersa la personalità del marito. Dagli esiti della CTU erano emersi profili caratteriali del marito che, secondo la donna, erano idonei a giustificare una pronuncia di addebito della separazione. In realtà la Suprema Corte ha sottolineato che le dichiarazioni rese dal marito in sede di CTU “non riguardavano fatti storici”, ma profili caratteriali del marito. In quanto tali, dette dichiarazioni non sarebbero state idonee a giustificare una pronuncia di addebito della separazione.

Moglie tradisce il marito - colpa della separazione

Moglie tradisce il marito – colpa della separazione

La moglie lamentava anche il fatto che sia il Tribunale di Milano, sia la Corte di Appello di Milano, l’avessero condannata all’addebito della separazione, secondo quanto previsto dall’art. 151 comma II c.c.: i Giudici di merito avevano attribuito rilevanza assorbente, ai fini dell’addebito, alla relazione extraconiugale intrapresa dalla moglie con un altro uomo. Secondo la donna, tuttavia, era stata omessa una valutazione globale e comparativa delle condotte tenute da entrambi i coniugi. Fra le parti era già in atto una situazione di crisi familiare all’epoca del tradimento della moglie.

Cosa dice la Cassazione se la moglie tradisce il marito?

La Cassazione ha ricordato che chi viola l’obbligo di fedeltà deve provare che la crisi matrimoniale era anteriore all’infedeltà. (cfr. Cass., Sez. VI, 19/02/2018, n. 3923; Cass., Sez. I, 14/02/2012, n. 2059). Altrimenti, il rischio è quello di una pronuncia di addebito.

Nella fattispecie, la moglie non aveva contestato la sua violazione dell’obbligo di fedeltà. Semplicemente sosteneva che il marito avesse a lungo tollerato il tradimento.

Quali sono i mezzi da utilizzare se la moglie tradisce il marito?

Per provare il tradimento della moglie o del marito ci sono molti metodi. La prova del tradimento della moglie può avere effetti economici immediati, evitando di pagare l’assegno di mantenimento a favore del coniuge fedifrago. Bastano le fotografie? Cos’è una CTU? Sono sufficienti i messaggi della moglie con l’amante? Per rispondere a queste domande specifiche e trovare i giusti strumenti per la prova dell’addebito della separazione, si può acquistare il volume “Istruttoria e Mezzi di Prova nei procedimenti di separazione”. Scritto dall’Avv. Stefano Molfino, avvocato matrimonialista del Foro di Milano ed edito da GIUFFRÈ FRANCIS LEFEBVRE. Per acquistare il libro direttamente dal sito dell’editore, CLICCA QUI.

*** *** ***

Per trovare un avvocato matrimonialista nella tua città, clicca in alto sul nostro motore di ricerca!