Cerca un Avvocato

Cerca un avvocato per città e materia di interesse

Marito fotografato con una altra donna è prova dell’addebito della separazione

Nei procedimenti di separazione con richiesta di addebito è frequente il caso del marito fotografato con una altra donna. Le prove, nei procedimenti di separazione e divorzio, sono fondamentali per l’esito della causa. Nel caso di coniuge fotografato con l’amante, ad esempio, queste non sempre determinano l’insorgenza dell’addebito. La Suprema Corte, con la pronuncia della Sezione VI Civile del 24 febbraio 2020, n. 4899, è tornata sull’argomento.

Le foto del marito con l’amante

Il caso era quello di un marito che era stato condannato sia in primo grado, sia in appello, all’addebito della separazione. Clicca qui per leggere l’addebito della separazione. I giudici, vedendo le foto del marito assieme ad un’altra donna, avevano dedotto una relazione extraconiugale. Pertanto avevano sancito che l’addebito della separazione fosse imputabile al marito per violazione del dovere di fedeltà sancito dall’art. 143 comma II del Codice Civile.

Secondo l’uomo, invece, il processo logico che aveva portato i Giudici alla condanna per addebito era viziato in quanto la sentenza di primo grado aveva affermato che egli era stato ripreso fotograficamente in “atteggiamenti intimi con una donna”. In realtà il marito era stato colto solo “vicino” ad una donna in un atteggiamento puramente “amicale”. Insomma, quella donna era una amica e i Giudici avevano preso un “abbaglio”.

Le fotografie come prove del tradimento

Secondo la Corte di Cassazione, il ricorso doveva considerarsi inammissibile.

La prova del tradimento

La Suprema Corte infatti ha statuito che sia il Tribunale, sia la Corte d’Appello avevano già valutato le prove dell’addebito della separazione. Il marito fotografato con una altra donna era prova sufficiente per la pronuncia di addebito. Infatti le produzioni fotografiche, in quanto prove del tradimento, devono essere valutate dal Giudice secondo il suo prudente apprezzamento. Se dunque il marito era stato fotografato con un’altra donna e i Giudici, sia di primo, che di secondo grado, avevano ritenuto secondo la comune esperienza, che le condotte ritratte fossero idonee a presumere l’esistenza tra i due di una relazione extraconiugale, questo rimaneva nell’ambito del giudizio di fatto rimesso al Giudice di merito.

Cosa fare in caso di marito fotografato con una altra donna?

Molti credono erroneamente che le fotografie del coniuge con l’amante siano la prova regina per dimostrare l’addebito. Spesso anche molti avvocati cadono in questa falsa credenza. Il rischio è quello di compromettere tutto e perdere la causa, anche quando si hanno in mano carte vincenti.

Per sapere precisamente cosa bisogna fare in questi casi, è consigliabile acquistare il volume “Istruttoria e Mezzi di Prova nei procedimenti di separazione”. Scritto dall’Avv. Stefano Molfino, noto avvocato matrimonialista del Foro di Milano ed edito da GIUFFRÈ FRANCIS LEFEBVRE, il più importante editore nell’ambito del diritto. Per acquistare il libro direttamente dal sito dell’editore, CLICCA QUI.

Qualora invece si voglia cercare un avvocato per intraprendere una causa di separazione con richiesta di addebito oppure per difendersi dall’addebito chiesto dal coniuge, è consigliabile sin dall’inizio rivolgersi ad un avvocato matrimonialista.

** *** **

Per trovare un avvocato matrimonialista nella tua città, clicca in alto il nostro motore di ricerca!